Cerca
Chirurgia per la leucemia mieloide acuta (LMA)
Condividi:

Chirurgia per la leucemia mieloide acuta (LMA)

La chirurgia ha un ruolo molto limitato nel trattamento della leucemia mieloide acuta (LMA). Poiché le cellule leucemiche sono ampiamente diffuse nel midollo osseo e nel sangue, non è possibile curare questo tipo di cancro con un intervento chirurgico. L’intervento chirurgico raramente ha un ruolo anche nella diagnosi di LMA, poiché questo può essere fatto di solito con un aspirato e una biopsia del midollo osseo. In rare occasioni, un tumore isolato di cellule leucemiche (noto come sarcoma mieloide, sarcoma granulocitico o cloroma) può essere trattato con un intervento chirurgico.

Posizionamento di un catetere venoso centrale

Spesso, prima dell’inizio della chemioterapia, viene fatto un piccolo tipo di intervento chirurgico per inserire un piccolo tubo flessibile, chiamato catetere venoso centrale (CVC) (noto anche come linea centrale o dispositivo di accesso venoso), in una grande vena del torace. Questo può essere fatto da un chirurgo in sala operatoria, o da un tipo speciale di radiologo. L’estremità del tubo rimane appena sotto la pelle o sporge nella zona del torace o del braccio superiore. Il CVC può essere lasciato in posizione durante il trattamento (spesso per diversi mesi) per somministrare farmaci per via endovenosa (IV), come la chemioterapia, e per prelevare campioni di sangue per gli esami. Questo riduce il numero di bastoncini necessari durante il trattamento. Se si dispone di un CVC, è molto importante imparare a prendersi cura di esso per evitare che si infetti.