Cerca
Fattori di rischio per la leucemia mieloide acuta (LMA)
Condividi:

Fattori di rischio per la leucemia mieloide acuta (LMA)

Un fattore di rischio è qualcosa che influisce sulla possibilità di contrarre una malattia, come il cancro. I diversi tipi di cancro hanno fattori di rischio diversi. Alcuni fattori di rischio, come il fumo, possono essere modificati. Altri, come l’età di una persona o la storia familiare, non possono essere modificati.

Ma avere un fattore di rischio, o anche diversi fattori di rischio, non sempre significa che una persona riceverà la malattia, e molte persone si ammalano di cancro senza avere fattori di rischio noti.

Ci sono alcuni fattori di rischio noti per la leucemia mieloide acuta (LMA).

Invecchiamento

Il LMA può verificarsi a qualsiasi età, ma diventa più comune con l’avanzare dell’età.

Essere maschio

L’AML è più comune nei maschi che nelle femmine. La ragione di ciò non è chiara.

Fumo

Molte persone sanno che il fumo è legato al cancro dei polmoni, della bocca e della gola, ma pochi sanno che può colpire anche le cellule che non entrano in contatto diretto con il fumo di tabacco. Le sostanze che causano il cancro nel fumo di tabacco sono assorbite dai polmoni e si diffondono attraverso il flusso sanguigno in molte parti del corpo.

Essere esposti ad alcune sostanze chimiche

Il rischio di AML è aumentato se si è stati esposti ad alcune sostanze chimiche.

Ad esempio, l’esposizione a lungo termine al benzene è un fattore di rischio per LMA. Il benzene è un solvente utilizzato nell’industria della gomma, nelle raffinerie di petrolio, negli impianti chimici, nella produzione di calzature e nelle industrie collegate alla benzina, e si trova anche nel fumo di sigaretta, nella benzina e negli scarichi dei veicoli a motore, nonché in alcune colle, prodotti per la pulizia, detergenti, forniture artistiche e vernici.

Alcuni studi hanno collegato il rischio LMA a una forte esposizione del luogo di lavoro alla formaldeide, ma questo legame non è stato riscontrato in altri studi.

Essere trattati con alcuni farmaci chemioterapici

I pazienti con cancro che sono trattati con alcuni farmaci chemioterapici (chemioterapici) hanno maggiori probabilità di sviluppare l’AML negli anni successivi al trattamento.

I farmaci chiamati agenti alchilanti sono legati ad un aumento del rischio di LMA. Spesso un paziente soffre di una malattia chiamata sindrome mielodisplastica prima del LMA. Esempi di farmaci alchilanti includono ciclofosfamide, meclorotamina, procarbazina, clorambucil, melfalan, busulfan, carmustina, cisplatino e carboplatino.

Anche i farmaci chemioterapici noti come inibitori della topoisomerasi II sono legati all’AML. L’AML legata a questi farmaci tende a verificarsi senza che la sindrome mielodisplastica si sviluppi prima. Esempi di inibitori della topoisomerasi II includono etoposide, teniposide, mitoxantrone, epirubicina e doxorubicina.

Essere esposti a radiazioni

L’esposizione ad alte dosi di radiazioni (come l’essere sopravvissuto a un’esplosione di una bomba atomica o a un incidente in un reattore nucleare) aumenta il rischio di sviluppare LMA. I sopravvissuti giapponesi alla bomba atomica avevano un rischio molto più elevato di sviluppare una leucemia acuta.

Il trattamento radiologico per il cancro è stato inoltre collegato ad un aumento del rischio di LMA. Il rischio varia a seconda della quantità di radiazioni somministrate e dell’area trattata.

I possibili rischi di leucemia derivanti dall’esposizione a livelli inferiori di radiazioni, come nel caso di test di imaging come i raggi X o la TAC, non sono ben definiti. L’esposizione a tali radiazioni, soprattutto all’inizio della vita, può comportare un aumento del rischio di leucemia, ma non è chiaro quanto di un rischio. Se c’è un rischio maggiore è probabile che sia piccolo, ma per essere sicuri, la maggior parte dei medici cerca di limitare il più possibile l’esposizione alle radiazioni provenienti dai test, soprattutto nei bambini e nelle donne in gravidanza.

Avere determinati disturbi del sangue

Le persone con determinati disturbi del sangue sembrano essere a maggior rischio di contrarre l’AML. Questi includono disturbi mieloproliferativi cronici come la policitemia vera, la trombocitemia essenziale e la mielofibrosi idiopatica. Il rischio di LMA aumenta se questi disturbi sono trattati con alcuni tipi di chemioterapia o radiazioni.

Alcune persone che hanno una sindrome mielodisplastica (SMDT) possono sviluppare l’AML. I pazienti con SMDT hanno un basso numero di cellule ematiche e cellule anomale nel sangue e nel midollo osseo. La SMD può evolvere nel tempo in LMA. LMA che si sviluppa dopo la SMD è spesso difficile da trattare.

Avere una sindrome genetica

Alcune sindromi che sono causate da mutazioni genetiche (cambiamenti anomali) presenti alla nascita sembrano aumentare il rischio di LMA. Questi includono:

  • Anemia di Fanconi
  • Sindrome da Bloom
  • Atassia-telangiectasia
  • Anemia del tifoso nero del diamante
  • Sindrome di Schwachman-Diamond
  • Sindrome di Li-Fraumeni
  • Neurofibromatosi di tipo 1
  • Neutropenia congenita grave (chiamata anche sindrome di Kostmann)

I cromosomi sono lunghi filamenti di DNA (geni) all’interno delle nostre cellule. Alcuni problemi cromosomici presenti alla nascita sono anche legati ad un più alto rischio di LMA, tra cui:

  • Sindrome di Down (essendo nato con una copia extra del cromosoma 21)
  • Trisomia 8 (essendo nato con una copia extra del cromosoma 8)

Avere una storia familiare

Anche se la maggior parte dei casi di LAML non si pensa di avere un forte legame genetico, avere un parente stretto (come un genitore, un fratello o una sorella) con la LMA aumenta il rischio di contrarre la malattia.

Qualcuno che ha un gemello identico che ha avuto l’AML prima di avere un anno di età ha un rischio molto alto di contrarre anche l’AML.

Fattori di rischio incerti, non provati o controversi

Altri fattori che sono stati studiati per un possibile collegamento al riciclaggio di denaro sporco sono:

  • Esposizione a campi elettromagnetici (ad esempio, vivere in prossimità di linee elettriche)
  • Esposizione del luogo di lavoro a gasolio, benzina e alcuni altri prodotti chimici e solventi.
  • Esposizione ad erbicidi o pesticidi

Finora nessuno di questi fattori è stato collegato in modo definitivo a LMA. In questi settori sono in corso ricerche.