Cerca
Leuceferoesi per la leucemia linfocitaria cronica
Condividi:

Leuceferoesi per la leucemia linfocitaria cronica

Sebbene sia piuttosto rara, a volte la leucemia linfocitaria cronica (LLC) viene diagnosticata quando un numero molto, molto elevato di WBC ispessiscono il sangue e causano problemi.

Un numero molto elevato di cellule leucemiche nel sangue può causare problemi di circolazione normale, che possono portare a problemi cardiaci e respiratori. La chemioterapia non può abbassare il numero di cellule fino a pochi giorni dopo la prima dose. A causa di questo ritardo, la leucoferesi può essere usata subito – prima della chemioterapia. In questa procedura, il sangue viene fatto passare attraverso una speciale macchina che elimina i globuli bianchi (comprese le cellule leucemiche) e restituisce il resto delle cellule del sangue e del plasma nel sangue.

Per questa procedura, potete sdraiarvi a letto o sedervi su una sedia reclinabile per alcune ore. Sono necessarie due linee endovenose (IV) – il sangue viene rimosso attraverso un IV, e poi restituito al tuo corpo attraverso l’altro IV. A volte, un unico grande catetere di grandi dimensioni viene inserito vicino al collo o sotto la clavicola per la feresi – invece di utilizzare linee IV nelle braccia. Questo tipo di catetere è chiamato linea centrale e ha entrambe le flebo incorporate.

La leucaferesi non è dolorosa, ma a volte i livelli di calcio possono diminuire durante il processo. Questo può causare intorpidimento e formicolio (specialmente nelle mani, nei piedi e intorno alla bocca) e, raramente, spasmi muscolari. Questo può essere trattato facilmente con il calcio.

La leuceferesi lavora rapidamente per ridurre il numero di cellule leucemiche. Ancora, senza più trattamento (come la chemioterapia, anticorpi monoclonali, o terapia mirata) per uccidere le cellule tumorali, il conteggio delle cellule tornerà a salire di nuovo nel tempo.